Non Casablanca,
colonnello Rey 
 

Libia 2015
L'agente senza pistola
tra i tagliagole dell'ISIS

 

Le storie del colonnello Rey:
Il colonnello Rey, suppongo
Un doppio enigma, colonnello Rey
Non Casablanca, colonnello Rey
Tutti i  miei libri

 

La terza storia dell'agente senza pistola

Non Casablanca, Tripoli, colonnello Rey. E' la Libia dei nostri giorni, dove gli jihadisti fanno prove generali di terrorismo elettronico. Aerei in volo che perdono all'improvviso i contatti radio, telefoni e computer che smettono di funzionare. Una catastrofe sfiorata. L'Italia il Paese pi esposto agli attacchi e il capo del governo all'estero. Il Presidente della Repubblica prende in mano la situazione, tra le esitazioni e i cavilli delle gerarchiepolitiche e militari.
Ma lei dov', Carlo Alberto Rey? Il terrorismo elettronico pane per i suoi denti. Ma scomparso da pi di un anno, non pi il tenente colonnello Rey, agente del controspionaggio. Ha dato le dimissioni e se n' andato sbattendo la porta.
La ritroviamo in Libia, prigioniero dei miliziani islamisti e vestito della tuta arancione dei condannati a morte. Si salver e sventer la minaccia terrorista, scambiando messaggi in codice con le battute del vecchio film "Casablanca", che faranno impazzire anche i servizi di intelligence americani.
Dovr superare altre prove, colonnello: attraversare a piedi chilometri di deserto, fuggire in motocicletta tra le raffiche dei Kalashnikov, beccarsi una pallottola che potrebbe spedirla all'altro mondo.
Ma al largo della Libia incrociano le navi militari italiane. E gli incursori della Marina sbarcano invisibili nel silenzio della notte africana.
 

Ma solo un'invenzione letteraria? (Andrea Monti)

Capire la complessa situazione geopolitica del Medio Oriente - e della Libia in particolare - difficile anche per gli addetti ai lavori. Scrivere una spystory coinvolgente "mestiere" per inglesi e americani. Miscelare i due elementi in un romanzo amalgamandoli perfettamente - e per di pi in modo originale - praticamente impossibile... tranne che per Manlio Cammarata.

"Non Casablanca, colonnello Rey" un libro che, al pari de "Il nome della rosa", pu essere letto a pi livelli: una storia incalzante e realistica, un saggio di antropologia oppure una lucida analisi di quello che sta accadendo ora in una Libia che, per molte ragioni, straordinariamente pi vicina di quello che sembra e che non possiamo permetterci di ignorare. La scrittura veloce del giornalista, l'italiano corretto fino alla pedanteria e il rigore nei dettagli dell'azione, per la terza volta lasciano il dubbio che questa non sia solo un'invenzione letteraria.

Per inviare una recensione o un commento, accedi a Facebook

2018 Manlio Cammarata    Informazioni sul copyright